Oct
02

So per certo che molti dei miei (pochi) lettori saranno felici di questa notizia, già trapelata e altrove diffusa, ma io sono in estremo ritardo sulla tabella di marcia e ho trascurato pure il blog in questi ultimi mesi.

E comunque sì, stiamo riorganizzando l’eBookFest. Non pensavo ci saremmo riusciti: chi c’era sa, o ha avuto modo di immaginare, il tempo e la fatica e lo stress (e non solo) che era costato, insomma, l’avevamo (quasi) dato per morto.

Poi ci è stata fatta una proposta, l’abbiamo accettata, e ora si riparte. E visto che sono sempre di fretta di fretta di fretta come il bianconiglio… [repost, l’originale lo trovate QUI, nel nuovo blog dell’eBookFest]:

Quest’anno l’organizzazione dell’eBookFest è affidata a Multimedia Tre, un’azienda che crea e organizza eventi in tutta Italia e che gestirà tutta la parte fieristica, la logistica, la segreteria organizzativa e, in definitiva, tutte quelle cose delle quali loro si occupano di professione, mentre per noi, che ci occupiamo di contenuti, erano state un dispendio di energie enorme. Il loro intervento ci consente di rendere l’eBookFest ancora più importante e di creare due sessioni, una più fieristica e orientata al fare e allo stato dell’arte delle cose, al Palafiori di Sanremo (ottobre 2012, eBookFest experience), e l’altra un po’ più “camp”, orientata al futuro, alle profezie (giugno 2013, eBooFest vision) al castello di Fosdinovo.
In entrambe le sessioni, però, verrà mantenuto lo spirito di aggregazione, scambio e libera condivisione che ha caratterizzato l’evento sin dalla sua nascita, dall’entrata gratuita allo spazio per i barcamp.

Anche per quanto riguarda l’organizzazione dei contenuti ci sono novità: la scorsa edizione il palinsesto delle relazioni invitate e di tutti i microeventi all’interno del fest (ebooklife, eBookTab ecc…, insomma tutto il corposo susseguirsi e accavallarsi di interventi) erano stati gestiti da me e da Maria Grazia Fiore, quest’anno è di fondamentale importanza l’intervento di Maria Cecilia Averame (Quintadicopertina), di Simone Bedetti (Area51 publishing) e di Elena Asteggiano (eBookReaderItalia). Importantissima anche la guida di Giulio Blasi (MediaLibraryOnLine) per tutto quello che riguarda il mondo delle biblioteche. Tutti stiamo lavorando per rendere questa seconda edizione dell’ebookfest un appuntamento imperdibile.

Un’ultima nota:
questo è il secondo post del blog, il primo post è l’ultimo di quello dell’eBookFest di Fosdinovo 2010, quello relativo agli atti curati da Maria Grazia Fiore. Perché è da lì che riprendiamo il filo.

Aggiornamento: per chi se lo chiede (qualcuno l’ha chiesto) MgF è un po’ nascosta ma è sempre qui al mio fianco e, quindi, ci sarà anche a ‘sto giro! :P

 

Posted in convegni, ebookfest, news BBN, news scuola, non dite che non lo avevo detto | Leave a comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *