Oct
16

Aggiornamento: QUI la videointervista a Maurizio Chatel
Qui il post del giorno dopo di Maria Grazia Fiore

Workshop formativo allo Smau, con me ci saranno Maurizio Chatel e Maria Grazia Fiore.
Vi racconteremo e vi faremo vedere la versione beta del nostro libro liquido: uno, dieci, cento testi scolastici che sono diventati un unico ambiente di apprendimento, si chiama DidaSfera.
DidaSfera è una piattaforma didattica con caratteristiche tipiche dei social network, è una biblioteca ma anche un ambiente di lavoro, è un’agenda ma anche un diario di bordo, è uno strumento di condivisione e, soprattutto, è in continua e costante evoluzione.
E parleremo anche di un nuovo modello economico, perché in un mercato che si confronta quotidianamente con il problema dei diritti d’autore e della pirateria noi abbiamo fatto una scelta controcorrente, quella della cultura flat rate.
Quindi vediamoci là, su.

(Invito QUI)

 

Venerdì 21 ottobre, ore 11, sala 2 – pad. 4

Abstract:

Se l’anno scorso abbiamo fatto un esempio teorico di Design Thinking, quest’anno ve lo mostriamo in tutta la sua concretezza: Didasfera, la piattaforma didattica BBN, sarà ora disponibile in versione beta per chi vorrà sperimentarla.

“Un’organizzazione adattiva, non gerarchica e un workflow non lineare, per generare un prodotto flessibile altrettanto adattivo”, si diceva. A partire dunque da un organigramma a geometria variabile, da una struttura policentrica e dialogica dove i confini sono sostituiti dalle connessioni, il prodotto è un libro che non è più un libro: nel “liquefarsi” ha perso sia la cima, sia il fondo e il suo indice è costituito da punti evento che ne determinano topologicamente la pluridimensionalità.

In questa avventura l’innovazione sta non tanto nel modo nuovo di affrontare un singolo processo, ma nel sovvertire i tradizionali approcci in tutta quella che è normalmente chiamata “filiera” … Ecco qui è sparita la filiera. Qui si è creata un’organizzazione del lavoro che è essa stessa un contesto formativo, esattamente come sarà il “libro” che andiamo creando ed il suo meccanismo di distribuizione.

Posted in convegni, didasfera, editoria scolastica, news BBN | Tagged , , , , , , , | 3 Comments

3 Responses to SMAU, ci vediamo a Milano?

  1. andreas says:

    molto interessante
    mi sarebbe piaciuto venire, anche solo per rivedervi
    ma sono nell’occhio del ciclone
    son tre mesi che scrivo software per gestire le blogoclassi e mancano dieci giorni
    ciao
    andreas

  2. Le premesse ci sono tutte per una cosa davvero innovativa. Mi dispiace non potervi ascoltare ma sarò convalescente da semplice intervento chirurgico ma avrò certamente modo di conoscere il vostro lavoro. In bocca al lupo

  3. Alessandro says:

    Mi piacerebbe molto partecipare… ma perché se clicco su (Invito QUI) mi butta sulla pagina dello SMAU *senza* completare o fornirmi alcun codice di accesso per iscrivermi al workshop?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *