May
04

Arrivederci Ivan.

postato da Noa in personale

ivan__

Qualcuno di voi, chi era qui lo scorso maggio, si ricorda certamente di “Ivan”, l’assessore Dante Bernardini che, insieme a Massimo Dadà, oggi Sindaco di Fosdinovo, ci ha tenuto compagnia – nonostante fossero entrambi, in quei giorni, in piena campagna elettorale.
Ivan se ne è andato, lasciando tutti sgomenti e un vuoto del quale non ci rendiamo ancora conto, ma che prenderà presto massa, peso e forma. E sarà grande.
Perché, tanto per dirne una, lo SchoolBookCamp dell’anno scorso non so se ci sarebbe stato senza lui, o comunque sarebbe stato molto, molto diverso: vedete, io abito qui da poco, e conoscendo poche persone, e sentendomi un po’ sradicata, andai da lui e gli parlai dell’idea di fare un barcamp qui a Fosdinovo. Lui ne fu entusiasta, mi incoraggiò.
Così ne parlammo con Massimo, che era assessore alla cultura, e via via il progetto prese forma.
Ivan seguì tutti i passaggi fin dalla prima riunione qui da me, con Guaraldi e Chatel (fu la volta che, incantata dai loro discorsi, lasciai bruciare le crêpes…), e in seguito si occupò di molte cose come la convenzione con i Bed and Breakfast, ed è suo il merito della felice scelta del catering che ci ha deliziati con le specialità del luogo.
Si dava molto da fare Ivan, ci si poteva contare e non si tirava indietro, per dirne un’altra, sempre allo SchoolBookCamp, andò alla stazione a recuperare alcuni partecipanti che arrivavano in treno, e ancora ne accompagnò la notte ai rispettivi alloggiamenti. E non ci ha mollati un attimo, mai che ci mancasse qualcosa. E trovatelo un assessore così, per dire, a Torino o a Roma. E solo pochi giorni fa siamo stati più di un’ora, al telefono, per l’organizzazione del prossimo evento, e per capire chi coinvolgere o di quali infrastrutture usufruire, ma per capire anche quali benefiche ricadute potesse avere sul territorio, perché questa era un cosa che gli interessava molto, il territorio intendo.
Ivan era anche presidente del Comitato Sentieri della Resistenza, che riunisce ANPI e Archivi della Resistenza, e con queste e altre associazioni fosdinovesi organizzava il Festival annuale, nei giorni del 25 aprile, “Fino al Cuore della Rivolta”. Un altro partigiano se ne va, scrivevo nella “preghiera alle apuane” solo un mese fa. Ma Ivan era giovane, e aveva ancora tante, troppe cose da fare. E di tante altre cose, infatti, si occupava qui in paese, non era mai fermo, e mi dispiace pensare che forse non tutti se ne rendevano conto.
Ma il vuoto si farà presenza, ne sono certa.
Arrivederci Ivan.

Ricordano Ivan anche Mario Guaraldi, Gianni Marconato e gli Archivi della Resistenza

Posted in personale | Tagged , , | 2 Comments

2 Responses to Arrivederci Ivan.

  1. Pingback: Bibienne BlogBooks on the Net Prophetica Books

  2. Pingback: Ivan, un amico ci ha lasciati « Apprendere (con e senza le tecnologie)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *