Apr
13

pirati_matricole

Università e ebook sprotetti.
Abbiamo pubblicato due semplici .pdf (presto anche in .epub), il classico ebook senza rich media aggiunti, lontano quindi dall’evoluzione che abbiamo in mente, ma è quello che ai docenti universitari che l’hanno proposto serviva (però il testo ha un blog per la discussione pubblica classe/docenti), per intenderci un classico ebook di quelli che si possono stampare, fotocopiare redistribuire senza alcun problema: non abbiamo utilizzato DRM – chi ci legge da tempo sa che siamo contrari.
Un’idea, per l’editoria universitaria (e solo per quella), è quella di utilizzare i social DRM: una concessione agli autori.
Ma questo, in due volumi, l’abbiamo pubblicato senza: è dunque assolutamente duplicabile e distribuibile, sia come file che come fotocopia.
L’insegnante si è limitato, nella sua facoltà – per ora è stato segnalato solo lì – a spiegare che piratare il testo non sarebbe stato socialmente utile.
Morale: a distanza di poco più di un mese dalla pubblicazione, e sapendo grosso modo quanti allievi sosterranno quell’esame, valutiamo che il 90% degli studenti abbia già acquistato il testo.
A me basta per continuare a sostenere la nostra politica contraria ai DRM.

E per questo ringrazio gli autori del testo, Alberto Voltolini e Carola Barbero, che ci hanno consentito di pubblicare senza protezioni, e gli studenti della facoltà di filosofia dell’Università di Torino.

E ringrazio anche Maurizio Chatel e Giulia Palmieri, che si sono adoperati perché il testo venisse pubblicato nei tempi previsti, e nel migliore dei modi, seguendo da vicino tutte fasi di lavorazione, ed Emanuele Nonni aka 300dpi, che l’ha impaginato e illustrato.

Posted in editoria scolastica, news BBN, non dite che non lo avevo detto | Tagged , , , , , , , | 1 Comment

One Response to Pirati matricolati? No. DRM? No.

  1. Pingback: Tweets that mention Bibienne BlogBooks on the Net Currenti calamo -- Topsy.com

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *