Jan
26

Interessanti gli interventi pubblicati QUI (Evento Apogeo – 15 gennaio 2010 )
Mi ha strappato un complice sorriso quello di Alessandro Bonino (articolo completo scaricabile):

Sono contento di questa cosa che organizza Apogeo, perché
senza conoscere non si fa nulla, lo dice anche Agostino di
Ippona, detto Sant’Agostino, che fa finta di rivolgersi a Dio, ma
in realtà parla degli ebook.
Ma chi ti invoca se prima non ti conosce? Chi non ti conosce
potrebbe invocare una cosa per un’altra. O non piuttosto ti si
invoca per conoscerti? Ma “come si invocherà colui in cui non si
crede? E come si può credere senza qualcuno che ti faccia
conoscere?” “Loderanno il signore coloro che lo cercano”.
Cercandolo, infatti, lo troveranno, e, trovatolo, lo loderanno.

(Se devo essere sincero, ammetto di aver inserito questo pezzo
soprattutto per il fatto che mi piace molto la parola Trovatolo.)

Mi viene il dubbio che anche qui parlasse di testi digitali, in particolare di quelli che immaginavamo allo schoolbookcamp, quelli che lasciano la forma libro per diventare ambiente:
O non piuttosto nulla ti occorre che ti contenga, tu che tutto contieni, poiché ciò che riempi, contenendo lo riempi? Davvero non sono i vasi pieni di te a renderti stabile. Neppure se si spezzassero, tu ti spanderesti; quando tu ti spandi su di noi, non tu ti abbassi, ma noi elevi, non tu ti disperdi, ma noi raccogli.

E ci siamo giocati il paradiso eh.

Posted in dalla rete... | Tagged , , , | 1 Comment

One Response to Sant’Agostino e gli ebook

  1. Mi sa che ce lo siamo davvero giocato. (grazie)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *