Jul
02

uova
Chi mi conosce sa che parlando di quello che facciamo, e anche di quello che faremo, evito sempre la parola “innovazione”, preferendole la più saggia “evoluzione”.
Ma tutti vogliono, tutti si aspettano l’innovazione.
Quale che sia, non importa se non crea sviluppo, non importa se genera bolle, basta che sia (o che possa esser millantata per) rivoluzionaria.
È vero che i nuovi paradigmi non nascono da un’evoluzione lineare, ma l’innovazione che tutti si aspettano ha la faccia di un miracolo stand-alone.
Rivoluzionaria e dirompente, anzi, disruptive – termine da guru eh – altrimenti non vale nulla.
E deve produrre qualcosa di utile.
E si intende l’utile da spartire a fine anno, ovviamente.
Insomma, vogliono l’uovo e la gallina, come al solito.

Ne riparleremo.

A proposito di gallina…
un amico qualche giorno fa ha insegnato a me e, involontariamente, alla mia anziana madre (che seduta al mio fianco sbirciava msn) un modo di dire: “con pazienza e vaselina l’orso si è trombato la gallina“.

E il nesso fra i due paragrafi (e il titolo pure) non sta solo nella gallina.
Ah, con questo post inauguro una nuova categoria: non dite che non lo avevo detto.

Posted in non dite che non lo avevo detto | Tagged , , , , | Leave a comment

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *