May
06

liber_storia

A volte capita di leggere in modo un po’ frettoloso, per appagare una curiosità sfuggente, e di accontentarsi di un attimo di condivisione. Capita soprattutto in rete dove, complice la lettura veloce – e, di sera, la stanchezza – si legge saltando pure qualche riga.
Capita anche, però, che rimanga la sensazione di essersi persi qualcosa, un pensiero che non si è lasciato afferrare. Quando mi succede annoto su taboo. E così questa sera andata a rileggermi una pagina di Maria Grazia.
Non era così nascosto il pensiero prezioso, ma lì in bella vista:

“Non mi interessa quello che il film dice allo spettatore, bensì ciò che lo spettatore crede che il film gli dica.
A me non interessa l’effetto che il film ha sullo spettatore bensì quello che lo spettatore fa sul film, con il suo modo di organizzare i dati, con le gerarchie di importanza che egli stabilisce, con le selezioni che compie e con i significati che egli produce e attribuisce in una donazione di senso.” [Angelo Franza]

Se sostituite la parola film con blog (ma non solo…) ne ricavate un sacco di spunti di riflessione interessanti…

Indovinate con che termini ho sostituito la parola “film” :D

Ancora una cosa, ecco una delle rare volte in cui mi trovo d’accordo con Motta:
Google Book Search: il rischio di un monopolio online.

Posted in dalla rete..., editoria scolastica | Tagged , , , , , , , , | 3 Comments

3 Responses to Spunti di riflessione

  1. Maria Grazia says:

    Mi fa un certo effetto vedere il “cuore” del mio blog così in bella vista…
    Se ho indovinato la parola ;-) forse ti interesserà anche il “chiasmo” che troverai qui: http://speculummaius.wordpress.com/2008/02/25/il-racconto-di-una-storia/
    Grazie per l’attenzione. :-)
    MG

  2. noa says:

    che cosa buffa!
    stavo scrivendoti che sì, l’avevi certo indovinata, e vedendo il “chiasmo” stavo pensando di rilanciare linkandoti il manifesto, quando ho visto che… ci eri arrivata da sola :D
    ci sarai allo schoolbookcamp vero?

  3. Maria Grazia says:

    Eh, eh, eh… L’avevo letta fugacemente questa storia dello schoolbookcamp. L’argomento merita… Mi coordino con la truppa/famiglia e vedo di essere dei vostri. Bye ;-)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *